lunedì 6 giugno 2011

Pepite di tacchino al forno

La ricetta arriva fresca fresca dalla cena di questa sera, ce l'avevo nella testa da quando l'ho vista fare da Alessandro Borghese....che dire, sto diventando una sua fan accanita, mi piace un sacco!!!! Non si dice un sacco?!?! Ma sì passatemi il modo di dire, lui è un tipo troppo affascinante, intrigante, spiritoso, sornione, malandrino, non mi viene in mente proprio quell'aggettivo che lo descriverebbe al meglio. Quando sono in casa e mi ricordo gli orari giusti, accendo la tele per seguire la sua arte in cucina, è tutto da vedere, da seguire, da "gustare".
Ok, passo alla ricetta.
Dell'originale ho preso solo l'essenziale perchè il tempo a disposizione stasera non era tanto, ma mi sono già venute in mente delle aggiunte che farò la prossima volta. Ve le racconterò cammin facendo.

Ingredienti per 2 persone:

- 3 fettine di tacchino di media grandezza
- pane grattugiato
- un uovo
- sale
- olio

Procedimento:


Tagliare le fette di tacchino a pezzetti irregolari, ma più o meno della stessa grandezza.


Sbattere un uovo intero in un piatto e aggiungere qualche pizzico di sale (a gusto personale).


In un altro piatto spargere una buona quantità di pane grattugiato. La prossima volta ho in mente di aggiungere all'impanatura i semini di papavero, di sesamo e magari qualche erbetta aromatica tritata molto finemente.


Passare la carne nell'uovo e poi nel pan grattato....mi manca la foto! Stendere un foglio di carta forno sulla teglia del forno e sistemare tutte le pepite non sovrapponendole, in maniera tale che possano cucinare e dorarsi bene singolarmente, passare un filo d'olio su ciascun pezzo....mi manca la foto! Che disastro. Avevo proprio voglia di correre a mangiarle, che dite?!? Infornare a 180°/200° per una ventina di minuti, quando le pepite inizieranno a dorare rimane a voi decidere quando toglierle. A me piace la bella crosticina croccante.



Vi presento le mie pepite anche se non si nota bene la doratura. Ma la croccantezza dell'impanatura si sentiva tutta, ve l'assicuro. Vi consiglio di provarle, non ve ne pentirete.

4 commenti:

  1. scusa la domanda tecnica, ma il filo d'olio lo si passa dopo la cottura in forno, prima di servirle? le foto rendono bene l'idea della doratura, non ti preoccupare!

    RispondiElimina
  2. scusa la domanda tecnica, ma il filo d'olio si aggiunge dopo la cottura, prima di servirle? la doratura si vede, non ti preoccupare, ed è molto invitante!

    RispondiElimina
  3. Che disastro, scusa, non mi faceva vedere il primo commento e pensavo che non l'aveva preso, così ti ho riscritto, scusa la ripetizione!

    RispondiElimina
  4. Ciao Stef! Non ti preoccupare, nessun disastro. Ho cercato di scrivere meglio quella parte della ricetta: il filo d'olio sulle pepite va messo prima di infornare. Grazie. Ciaociao e buone pepite!! Silvia

    RispondiElimina