domenica 11 settembre 2011

Trancio di salmone in padella

Eccomi tornata...ho trascorso sei giorni di vacanza ad Amsterdam, una città affascinante che da anni volevo visitare.
Magari vi racconterò qualcosa in proposito in un altro post, devo meditarlo.
La ricetta della mia cena di ieri è l'argomento di cui vi parlerò. Una ricetta facilissima e veloce. E' da un po' di tempo che non sopporto l'odore del pesce, soprattutto durante la cottura. Per cui ho pensato di non bollire il salmone ma di prepararlo con un leggero soffritto di cipolla di Tropea e carota. In effetti ho trovato molto gradevole sia la cottura, l'odore non l'ho praticamente sentito, che il sapore molto gustoso e vario. Per chi di voi può permetterselo consiglierei di sfumare con del vino bianco  la cottura finale del salmone, invece di aggiungere il bicchiere di acqua provate con quello di vino bianco.

Ingredienti per una persona:

- un filetto di salmone (il mio era surgelato!!)
- mezza carota
- mezza cipolla di Tropea
- olio
- sale
- prezzemolo
- due bicchieri di acqua

Preparazione:



Pelare mezza carota e tagliarla a pezzettini , fare la stessa cosa con mezza cipolla di Tropea. Mettere un filo di olio ed un bicchiere di acqua in una pentola antiaderente, aggiungere la carota e la cipolla e farle dorare.
 

Prendere il trancio di salmone, fresco o surgelato, ed adagiarlo nel tegame aggiungendo un bicchiere di acqua. Salare.
 

A fine cottura tritare alcune foglie di prezzemolo e mescolarle al soffritto che verrà impiattato sopra al trancio di salmone. 



Il contorno al mio salmone è una julienne di carote con olio e limone (succo). Un piatto davvero invitante e delicato, ve lo consiglio!

Nessun commento:

Posta un commento