venerdì 23 dicembre 2011

Frittata strapazzata in attesa della "grande abbuffata"

Ieri sera non ero in vena di grande cucina e diciamo che in quest'ultimo periodo, causa influenza lunga e trascinata, in cucina non ho combinato cose speciali. Sento ancora la voglia tutta natalizia di preparare biscotti, che non sono assolutamente la mia "specialità". Mi piacciono sicuramente di più le torte, danno più soddisfazione, vederne una fetta nel piatto non è come vedere due o tre biscotti, opinione del tutto personale, lo so!!
In attesa delle feste e di qualche sgarro certo, ieri sera, di corsa come spesso accade, ho pensato di fare una frittata. Devo essere onesta: la frittata stava cucinando senza alcun problema ma.....sì, c'è un ma. Non sono tra quelli che non riescono a girarla, hanno paura di farlo e si imbranano, a me è sempre riuscito bene il procedimento. Ma, ieri sera la frittata ha deciso di affezionarsi alla padella. La mia fretta è corsa ai ripari "strapazzandola" senza alcuna pietà. Ecco spiegato il titolo di questo post. Preparerò in futuro una frittata che rimanga tale. E' una promessa.
Ingredienti:
- due zucchine
- una carota
- 200 gr circa di piselli surgelati
- due uova
- prezzemolo
- olio evo q.b.
- pepe
- parmigiano grattugiato q.b.
- sale
Procedimento:

Lavare e spelare la carota, lavare le zucchine togliendo le parti terminali. Tagliare a fettine sia la carota che le zucchine.
Mettere a rosolare in una padella uno spicchio d'aglio, aggiungere le verdure tagliate e due manciate di piselli surgelati, portare a cottura.


Nel frattempo sbattere in una ciotola le due uova, con il parmigiano, il sale ed il pepe.


Aggiungere il prezzemolo alle verdure oramai quasi cotte.



Far raffreddare un attimo le verdure e poi amalgamarle al battuto di uova, versare tutto nella padella unta d'olio e lasciar rapprendere la frittata.



Se volete mantenere la forma della frittata fate in modo che rigirandola nella padella non si spacchi, altrimenti, come è capitato a me in quest'occasione, strapazzate il tutto e godetevi ugualmente il gusto gradevole degli ingredienti che la compongono.

Nessun commento:

Posta un commento