mercoledì 14 dicembre 2011

Tortino di patate e cavolo rosso

Domenica sera sono tornata dal fine settimana lungo in Liguria. Abbiamo fatto tappa nella zona di Ponente, ma non abbiamo resistito alla voglia di fare un puntatina a Levante ed in particolare alle 5 Terre. Sto meditando un  post tutto dedicato a ciò che abbiamo visto.
La ricetta che vi propongo è nata veramente per caso ieri sera. Ultimamente Luca ed io abbiamo fatto conoscenza con il cavolo rosso....e ci piace, tanto tanto!!
Lo stavo cucinando molto semplicemente con due spicchi di aglio e mezza cipolla affettata, ma dentro di me stavo meditando qualcosa di diverso, di intrigante. Così ho messo a bollire due piccole patate e ho assemblato il tutto senza formaggi (non ne avevo in casa e poi non potrei mangiarli, sempre a causa delle mie allergie-intolleranze), solo con l'aggiunta di un uovo e delle spezie. Ora ve la illustro passo passo.



Ingredienti per due persone ed una tortiera di 16 cm di diametro:

- mezzo cavolo rosso
- due patate piccole
- un uovo
- sale q.b.
- noce moscata
- pepe
- mezza cipolla rossa
- due spicchi di aglio
- olio q.b.
- acqua q.b.
- pane grattugiato q.b.

Procedimento:


Lavare accuratamente le due patate e metterle in una pentola piena di acqua e aspettare il raggiungimento della cottura, meglio se morbide. Spellarle, schiacciarle nel piatto con una forchetta. Aggiungere sale, noce moscata e pepe (assaggiare per capire il gradimento del condimento).


Incorporare alle patate anche l'uovo.


Il cavolo rosso richiede almeno una mezzoretta di cottura. Tagliare a fettine o a pezzetti mezza cipolla rossa e spellare due spicchi di aglio, mettere il tutto in una padella con olio e due bicchieri d'acqua, accendere il gas, far dorare e poi aggiungere il cavolo rosso.


Aggiungere il cavolo rosso alle patate già mescolate con l'uovo. Amalgamare per bene.


Per rendere un po' più consistente l'impasto aggiungere tre o quattro cucchiai di pane grattugiato.


Rivestire con la carta forno la tortiera e livellare il composto. Cospargere la superficie con il pane grattugiato in modo che si formi una crosticina croccante a fine cottura. Metter in forno caldo per una ventina di minuti a 180°.


Sicuramente lo rifarò perchè ci è piaciuto. Un esperimento-improvvisato che ha dato soddisfazione !

Nessun commento:

Posta un commento