lunedì 23 aprile 2012

Pasta e patate con quel tocco in più

Pasta e lenticchie, pasta e ceci, pasta e piselli, pasta e patate....quanti ricordi! Quando tornavo da scuola e dall'università era facile trovare uno di questi piatti fumanti ad aspettarmi per pranzo, e che praaaanzoooo.
In quanto a primi non ho grandi difficoltà a mangiare una pasta con il sugo o con il ragù o con verdure o come quelle sopra citate, i miei gusti accettano tutto, pasta al forno. Purtroppo non è molto d'accordo il mio fisico acciaccato da allergie ed intolleranze.
Ma pasta e patate me la posso permettere alla grande e così, in un giorno in cui mi sono ritrovata a pranzo da sola in casa, ne ho approfittato e ho preparato quella della mia mamma. Il tocco in più è rappresentato dalla scorza di parmigiano, dovutamente lavata e grattata della parte più esterna, che da cotta diventa un qualcosa di indescrivibilmente buono e goloso...tanto che spesso quasi si litigava per aggiudicarsene un pezzo. Questa volta i due pezzi utilizzati e gelosamente tenuti da parte erano tutti per me.



Ingredienti per una persona:

- 60 gr di spaghetti integrali tagliati a pezzi
- mezza cipolla rossa
- una patata medio-piccola
- olio q.b.
- sale q.b.
- pepe q.b.
- due "scorze" di parmigiano

Procedimento:




Lavare, pelare e tagliare a cubetti la patata.


Pulire la cipolla ed utilizzarne solo metà tagliandola a fettine sottili. Versare dell'olio in una padella sufficientemente profonda da accogliere l'acqua necessaria alla cottura della pasta. Far imbiondire la cipolla.



Aggiungere i cubetti di patata e farli rosolare per qualche minuto.



A questo punto, essendo una di quelle persone che va molto ad occhio, non so dirvi quanta acqua ci voglia per permettere alla pasta di cucinare. In realtà la quantità di acqua dipende anche da quanto brodosa vorrete la pasta e patate. Vi consiglierei circa un litro d'acqua, servirà per cuocere le patate e la pasta e per dare la giusta brodosità al piatto. Salare e pepare.



Lavare le scorze di parmigiano, grattare con un coltello la parte esterna e tenerle da parte.



Dopo una decina di minuti, necessari alle patate per ammorbidirsi, spezzettare gli spaghetti ed immergerli nel brodo.



Aggiungere anche le scorze di parmigiano e dopo circa dieci minuti la pasta è pronta per essere divorata....no, anzi, gustata!!




Anche adesso, solamente guardando le foto, mi viene voglia di pasta e patate....che dire??? Ognuno ha le proprie golosità!

Non ho aggiunto aromi particolari, tipo anche solo qualche ago di rosmarino, perchè volevo gustarmela nature. Ognuno è libero di integrarla come meglio crede.