martedì 28 febbraio 2012

Filetti di salmone in padella con la panna (di riso)

Oggi vi propongo una ricetta in cui ho utilizzato un ingrediente particolare: la panna di riso. Sì, anche per me rappresenta una novità in cucina, ma dovendo fare a meno di latte e derivati, sto sperimentando delle alternative. Ammetto, con tutta la diffidenza del caso.  Ricordate la grande fetta di salmone in parte utilizzata per Filetti di salmone al forno con erbette in crosta? Ebbene, la restante parte l'ho preparata in padella con la panna, una gustosa ricetta (sicuramente lo sarebbe ancora di più con la panna da cucina classica, di origine animale) che potrò preparare anche in futuro perchè ci è piaciuta ed è una valida alternativa al solito pesce ed ai soliti modi in cui lo cuciniamo!


Ingredienti per due persone:

- due tranci di salmone
- 40 gr di burro (avrei dovuto usare olio...essendo intollerante al lattosio!)
- 200 ml di panna di riso
- sale q.b.
- pepe q.b.
- due foglie di alloro (io ne avevo solo una!)

Procedimento:




In una padella antiaderente far sciogliere a fuoco lento il burro (strappo alla regola per me!! altrimenti va benissimo l'olio evo).




Porre le fette di salmone sul burro sciolto ed iniziare la cottura per circa 5-10 min rigirando le fette. Il tempo di cottura dipende anche dallo spessore della carne.



Nel frattempo aggiungere alla panna di riso il sale q.b. ed il pepe q.b.



Trascorsi i 5-10 min di cottura versare la panna sul salmone, aggiungere le foglie di alloro e lasciare insaporire il tutto, ancora con la fiamma accesa, per qualche minuto.




Non è invitante? Carne molto tenera e piatto davvero leggero e gustoso. Provatelo e mi saprete dire!!

domenica 19 febbraio 2012

Foto di Torino sotto la neve...meglio tardi che mai!


La mia città sotto la neve.
Sono un po' troppo in ritardo con i tempi, ma Torino di notte ed innevata vale sempre la pena.
E pensare che avevo anche fatto foto natalizie in giro per le vie del centro. Forse per Natale è un po' tardi, ma per la neve ancora no. In giro ci sono ancora chiari i segni della sua presenza. Ciò che le foto hanno immortalato è un bianco ricordo di grande effetto...non parliamo del gelo!!

La Gran Madre vista dall'altra sponda del Po

Piazza Vittorio guardando verso la Mole Antonelliana

Il Monte dei Cappuccini (a sx) visto dal ponte di p.zza Vittorio

La Mole ed il Tricolore imbiancati

Piazza San Carlo

Luce a pavimento (piazza San Carlo), come nevica!!

La neve rende triste qualcuno? (Piazza Bodoni)

la neve si riposa sulle panchine di P.zza San Carlo

e di Piazza Bodoni!

Ghiaccioli pendono dai tetti

e dai semafori

mercoledì 15 febbraio 2012

Torta salata con ricotta di capra, porri e prosciutto crudo

Le torte salate risolvono la cena, sono un ottimo antipasto tagliato a quadrotti o a fettine, si possono portare al pic-nic fuori porta e a me piacciono molto perchè associano ingredienti sempre diversi creando un gusto ricco e gradevole, ogni volta diverso.

Come più volte ho già scritto, tendo sempre a tenere nel frigo una sfoglia pronta all'uso, non si sa mai,  può sempre tornare utile per risolvere una cena o per togliere qualche sfizio sia dolce che salato.
E se poi vado in giro vedo e compro una ricotta di capra, ho voglia di qualche fetta di prosciutto crudo e a casa mi ritrovo da un po' di giorni due bei porri che aspettano che decida la loro sorte....gira che ti rigira  salta fuori una torta salata niente male. A noi è piaciuta molto e ce la siamo mangiata tutta in una sera. E' tutto dire....


Ingredienti:

- 300 gr di ricotta di capra
-  un uovo
- due porri di media grandezza
- 10 fette di proscutto crudo
- sale
- pepe
- olio evo
- uno spicchio d'aglio

Procedimento:


Mettere un uovo con sale e pepe in una ciotola e amalgamare il tutto.


Aggiungere la ricotta di capra.


Tagliare a pezzetti sfilacciandole quattro fette di prosciutto crudo e mescolare per bene l'impasto.


Lavare, togliere le foglie esterne e tagliare a rondelle i due porri. Mettere a soffriggere uno spicchio d'aglio con dell'olio in una padella antiaderente e poi aggiungere i porri portandoli a cottura.


Stendere la sfoglia con la sua carta forno sulla teglia e adagiare le 6 fette di prosciutto crudo in modo da ricoprire completamente il fondo.



Quando i porri saranno cotti aspettare che si raffreddino un pochettino e poi unirli all'impasto di ricotta. Versare il tutto sopra le fette di prosciutto crudo e stendere uniformemente con un cucchiaio ed una forchetta, disegnando delle "onde" con i rebbi. Infornare a 180°C per circa 30 minuti, dipende dal forno. Quando la superficie della sfoglia imbiondisce la torta è pronta.





Sicuramente è un'idea vincente l'unione di questi ingredienti, vi consiglio di provarla non rimarrete delusi!!

sabato 4 febbraio 2012

Filetti di salmone al forno con erbette in crosta

Sì, sono sparita. Non ho grandi giustificazioni, sono certamente demotivata dalle privazioni che mi comportano le allergie e le intolleranze. In alcuni momenti sono più carica di ottimismo e mi impongo di cercare ricette che facciano al mio caso (questo blog, in realtà, è nato proprio per cercare di creare un archivio di piatti privi o quasi di alimenti "sbagliati"....vorrei cercare di creare due sezioni: quella aperta a tutti i tipi di mangiatori e quella dedicata a chi come me ha troppe limitazioni. Prima o poi riuscirò in questo intento!!), in altri momenti tutto ciò mi risulta più difficoltoso per tanti motivi (pranzo fuori casa, spesa non perfettamente consona alle mie esigenze, fretta nel cucinare) e quindi inizio ad avere "cedimenti fisici".

Ok, non voglio annoiarvi con i miei problemi. Il pesce è un alimento sul quale posso fare grande affidamento, con lui non corro rischi. L'unico problema è raggiungere fisicamente la pescheria fidata, che ovviamente non è dietro l'angolo nè di casa nè del lavoro ;-)) 
Cosa preparare con un grande filetto di salmone? Mi è venuta in mente una ricetta che avevo visto tempo addietro, ma che riguardava una bella bistecca. Mi sono chiesta "e perchè non provarci anche con questo bel salmone"?.
I passaggi della predetta ricetta non li ricordo assolutamente, quella che mi è rimasta in mente è la crosta croccante di erbette. In casa non avevo pane e così ho usato pangrattato.
Ricetta?? Vi chiedo solo scusa per le foto, non sono proprio bellissime, ma rendono l'idea.


Ingredienti per 2 persone:

- due pezzi di salmone
- pangrattato q.b.
- timo
- prezzemolo
- due spicchi di aglio
- olio evo
- una patata medio-piccola
Procedimento:

In una ciotola per la macedonia versare due cucchiai rasi di timo (essiccato), tagliare a pezzi piccoli qualche ciuffo di prezzemolo, aggiungere quattro o cinque cucchiaiate di pangrattato, versare un po' di olio a filo ed iniziare ad amalgamare il tutto. Lavare e pelare la patata, grattugiarla e mischiarla agli altri ingredienti.


Il filetto di salmone era bello grosso e così ne ho ricavati due tranci per questa ricetta, il resto lo terrò in serbo per un altro gustoso piatto.


Rivestire di carta forno una teglia, adagiare sopra i due pezzi di salmone e rivestirli con l'impasto appena preparato. Pulire due spicchi d'aglio e metterli nella teglia condendo il tutto con un bel giro di olio. Infornare per circa venti minuti a 180°C, gli ultimi cinque dei quali con funzione grill in modo da creare l'effetto crosticina.



Vi chiedo ancora scusa per la cattiva resa delle foto, ma era sera e stavo facendo troppe cose contemporaneamente. Mi sono concentrata poco sulle foto!!
Vi consiglio di provare questa ricetta, a noi è piaciuta e la rifaremo! E' un'ottima idea da realizzare con filetti di pesci diversi, non mancherò di provare anche con la carne. Si possono aggiungere vari tipi di erbette (basilico, maggiorana, origano, erba cipollina, etc) miscelandole basandosi sui propri gusti o con ciò che c'è in casa, come ho fatto io.